Assicurazione Furto auto: saranno veri dolori per gli italiani

Ippolito Visconti Autore News Auto
Preparatevi a stangate mai viste per le assicurazioni auto: no, non parliamo di Rca obbligatoria, ma di Furto e incendio accessoria facoltativa.
furti auto

Preparatevi a stangate mai viste per le assicurazioni auto: no, non parliamo di Rca obbligatoria, ma di Furto e incendio accessoria facoltativa. Infatti, i ladri sono scatenati in Italia, sia coi furti totali (macchine che spariscono) sia coi furti parziali dei piranha che sbranano pezzi singoli. Più il rischio di sinistro, più alte le polizze.

Ladri in aumento, sono guai

Il numero dei furti di auto nel 2023 risulta in ulteriore aumento, passando da 81.497 nel 2022 a 84.733 dell’anno scorso (+4%). Se nel 2021, per effetto ancora delle restrizioni dovute alla pandemia, si era assistito a una lieve ripresa del fenomeno (+3,7% rispetto al 2020), nel 2022 i furti di vetture hanno subìto una forte accelerazione (+18,9%). Lo dice l’Ania assicurazioni. Siamo agli stessi livelli che si registravano negli anni precedenti alla pandemia (nel 2019). Non segue lo stesso trend invece il numero dei veicoli che sono stati recuperati dalle Forze dell’ordine: 44,7% nel 2023 (quasi 38.000 veicoli recuperati), la percentuale più elevata degli ultimi anni. Aggiungiamo noi: occhio ai cavalli di ritorno. Io ladro rubo l’auto, ti contatto, ti chiedo il riscatto, tu mi paghi, e io ti faccio ritrovare la macchina. 

Furti auto, numeri brutti

Nel 2023 sono state rubate 2,07 auto ogni 1.000 circolanti, in aumento rispetto al 2022, quando erano 2,03. L’indicatore della frequenza sinistri (ottenuta come il rapporto fra il numero dei sinistri accaduti in un anno e il numero dei rischi esposti) mostra valori molto alti per l’assicurazione del furto del veicolo (7,57 furti ogni 1.000 veicoli assicurati nel 2023, valore in significativo aumento rispetto al 2022, quando era pari a 6,87). Nel 2023 il Sud si conferma l’area del Paese che presenta il valore dell’incidenza dei furti rispetto al numero di autovetture circolanti più elevato (4,43‰). L’esposizione media (calcolata come valore assicurato diviso rischio assicurato) nel 2023 è in aumento rispetto al 2022: 12.500 euro (era circa 11.500 euro nel 2022 e 11.200 euro nel 2021).

furti auto

Risultato: prezzi e franchigie superiori

Come evidente dal trend di topi d’auto, è presumibile che le compagnie si difendano così: prezzi Furto e incendio più alti, franchigie in euro e scoperti in percentuali maggiori, massimali (massimo risarcito) inferiori.

Seguici con Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie Automotive Clicca Qui!

  Argomento: