in

BMW e MINI offriranno interni vegani per ridurre le emissioni

La casa automobilistica offrirà l’opzione vegana in alcuni veicoli BMW e MINI, a partire dal 2023

BMW e Mini

Arrivano notizie interessanti da BMW e MINI. Con una gamma di materiali di nuova concezione, il gruppo bavasese spera di ridurre dell’85 per cento le emissioni create nella produzione delle sue tradizionali superfici in pelle. La pelle di mucca, nonostante la sua natura lussuosa e resistente, è tutt’altro che verde poiché le mucche producono molto gas metano. A peggiorare le cose, a volte le foreste pluviali vengono abbattute per dare alle mucche terra su cui vivere.

Bmw e Mini dai prossimi anni lanceranno auto con materiali quasi del tutto vegani per ridurre le emissioni

BMW afferma che l’80 percento delle emissioni prodotte nella preparazione della pelle per i suoi veicoli proviene dal metano emesso dalle mucche. Ciò si confronta con il 20 percento creato durante la concia e la lavorazione, quindi la casa tedesca sta cercando di escludere le mucche dal quadro.

Parte del suo impegno per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, BMW ha sviluppato sostituti in pelle che ritiene indosseranno altrettanto bene e si sentiranno bene come la pelle. L’unico suggerimento sarà una nuova grana nel finto materiale. L’azienda di Monaco di Baviera ha lavorato duramente per garantire che i materiali possano essere pronti per un’auto. Garantire che potessero resistere all’uso su un volante è stato uno degli aspetti più impegnativi.

“Con un volante realizzato con un materiale di superficie vegano di alta qualità, soddisfiamo i desideri dei nostri clienti che non vogliono scendere a compromessi in termini di aspetto, sensazione e funzionalità”, ha affermato Uwe Köhler, responsabile dello sviluppo di carrozzeria, finiture esterne e interni presso BMW . “Il materiale innovativo resiste all’usura causata da abrasione, sudore e umidità e ha tutte le proprietà desiderabili della pelle.”

La casa automobilistica prevede di offrire interni con punti di contatto completamente vegani, ma ci saranno ancora alcuni componenti che utilizzano prodotti animali. Questi includono la gelatina utilizzata per i rivestimenti protettivi, la lanolina nelle vernici, il sego come additivo in alcuni elastomeri e la cera d’api come flusso per la vernice, tra gli altri.

BMW logo
Inoltre, la casa automobilistica sta lavorando per rendere più facili da riciclare altri materiali che erano già vegani, come i tappeti. Realizzandoli da un unico materiale (piuttosto che da un mix), sono più facili da scomporre e riutilizzare in seguito, risparmiando fino a 23.000 tonnellate di CO2 e 1.600 tonnellate di rifiuti all’anno. La casa automobilistica offrirà l’opzione vegana in alcuni veicoli BMW e MINI, a partire dal 2023.

Ti potrebbe interessare: BMW XM: meno camuffamento e più dettagli [FOTO SPIA]

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!