in ,

Citroën Ami: dal lancio a oggi consegnate 10mila unità in Italia

Il nuovo anno comincia registrando un successo in quello concluso per Citroën Ami che, in Italia, ha registrato 10.000 ordini complessivi

AMI

Il nuovo anno comincia registrando un concreto successo in quello appena concluso per Citroën Ami che infatti, in Italia, dal momento del suo lancio ha registrato 10.000 ordini complessivi. Parliamo di un traguardo parecchio interessante per il quadriciclo elettrico del costruttore francese di casa Stellantis che è approdata sul mercato Tricolore ad aprile del 2020; un traguardo che apre ad una crescita costante con ben 3.614 unità consegnate nel solo 2022 per un incremento pari al 56% rispetto a quanto registrato durante l’anno precedente. In questo modo la Citroën Ami è divenuta facilmente la protagonista assoluta del comparto riservato ai quadricicli con una quota di mercato nell’ordine del 55%.

Ora Citroën lancia una nuova iniziativa educational che il costruttore dedica ai giovani per avvicinarli alla mobilità sostenibile. In questo modo quella che era GënerationAMI, quest’anno diventa Electric Mobility per lo Sport. Il successo di Citroën Ami è dovuto anche ai tanti progetti che il costruttore ha messo a punto sin dal momento del suo lancio coinvolgendo molteplici ambiti dedicati. Possiamo citare ad esempio gli eventi “Citroën Drive La Maddalena Electric” e “Citroën Drive Carloforte Electric” che hanno permesso al marchio di confermare l’impegno nel processo di transizione energetica e contribuire alla promozione della mobilità elettrica in Sardegna, consegnando due flotte di veicoli elettrici ai rispettivi Comuni. Allo stesso modo, si segnala la partecipazione alla Design Week e all’EICMA per due anni consecutivi, partecipazioni che hanno evidenziato come Citroën sia protagonista attiva della mobilità urbana. Infine, ricordiamo anche la campagna “My Ami Superfan”, con i suoi 50 Ambassador, che ha registrato numerosi test drive e un valore di vendite pari a 170 unità effettivamente consegnate.

I diversi progetti messi a punto dal costruttore hanno incrementato il successo della Citroën Ami

I diversi progetti avanzati da Citroën sono stati al centro del successo di Citroën Ami. Sono risultati particolarmente convincenti i progetti “Educational” che hanno avvicinato il marchio agli studenti e alle scuole. Fra questi ci sono il progetto RispettAMI, col quale il costruttore ha affrontato le attuali tematiche del bullismo e cyberbullismo, e anche GenerationAMI. A questi eventi hanno preso parte oltre 1.000 classi per un totale di oltre 25.000 alunni coinvolti e 1.800 test drive.

Proprio il progetto GenerationAMI ritorna nel 2023 evolvendosi ulteriormente per diventare “l’Electric Mobility per lo Sport”, sempre in continuità con l’obiettivo del marchio francese che è quello di promuovere i valori di accessibilità e inclusività, sostenendo i più giovani. Affacciandosi questa volta al mondo dello sport, Citroën sponsorizzerà 20 società sportive presenti su tutto il territorio nazionale, senza limitazione al tipo di disciplina con il solo vincolo del target di età che deve essere compresa tra i 14 e i 18 anni.

AMI

C’è inoltre il coinvolgimento della Lega Nazionale Pallacanestro (LNP); una volta selezionate le società partecipanti, avrà inizio il Tour Educational nel quale Citroën propone eventi formativi che possano rispondere a tutti i dubbi e curiosità sui vantaggi di una mobilità effettivamente sostenibile. Tutti gli atleti potranno partecipare al Concorso a Premi GënerationAMI che mette in palio un comodato d’uso gratuito di 6 mesi di Citroën Ami e un voucher di 500 euro utile per l’acquisto di materiale sportivo destinato alla società del vincitore. Infine, in ogni tappa i giovani atleti avranno la possibilità di effettuare test drive a bordo di Citroën Ami con il supporto di istruttori professionisti.

In ogni caso si tratta degli Obiettivi 7 “Energia Pulita e Accessibile” e 11 “Città e Comunità Sostenibili” dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile. La novità di un percorso che ha permesso anche di inaugurare le “Maison Citroën” a Milano, Catania e Bologna ovvero gli store che assicurano una nuova esperienza di shopping con un’offerta personalizzata e diversificata. Protagonista all’interno è chiaramente anche la stessa Citroën Ami che si può guidare a partire dai 14 anni, dopo aver conseguito il certificato di idoneità patente AM. Con zero emissioni di CO2, la Ami permette di raggiungere un’autonomia fino a 75 chilometri con una sola ricarica grazie ad una batteria da 5,4 kWh agli ioni di Litio che si ricarica fino all’80% in sole 3 ore e mezza con una presa elettrica standard da 220V mediante il cavo che il costruttore rende disponibile di serie.

Torna anche la My AMI Buggy

Recentemente, la batteria è stata oggetto di alcune piccole modifiche utili per ottimizzare le prestazioni durante specifiche condizioni di guida come ad esempio al freddo o nel caso di forti pendenze migliorando in questo modo l’esperienza dei clienti e aprendo prospettive per nuove destinazioni di utilizzo.

My AMI Buggy

Alla fine del primo trimestre, inoltre, la gamma della piccola Citroën Ami si arricchirà della variante “My AMI Buggy” dedita all’avventura e che sarà commercializzata in una nuova serie limitata di sole 1.000 unità. Una possibilità per chi non ha fatto in tempo ad acquistare la prima versione di questa serie i cui primi 50 esemplari sono andati esauriti in appena 18 minuti durante la presentazione dello scorso 21 giugno 2022.

Looks like you have blocked notifications!