Ferrari 212 Export

Ferrari 212 Export  La 212 Export era la prima delle autovetture sportive Ferrari presentata al Salone di Torino del 1951 e rappresenta l’evoluzione del modello 166 Barchetta.

Come la Barchetta, la Ferrari 212 Export utilizzava il motore V12 progettato dall’ingegner Gioacchino Colombo, ma rispetto ad essa la nuova definizione 212 indicava un ulteriore aumento della cilindrata arrivando a quasi 2,6 litri. La Ferrari 212 Export fu realizzata in due versioni: 212 Inter con telaio lungo, motore da 150 CV e carrozzata soprattutto come coupè o cabriolet, il cui valore di mercato oggi è di 350 mila euro; la 212 Export che presentava invece un telaio corto, motore 160 CV ed ebbe perlopiù carrozzerie sportive.

Per questa vettura gli allori furono immediati in quanto nel 1951-52 la Ferrari 212 Export occupava le prime tre posizioni al Tour de France automobilistico, i primi due alla Carrera Panamericana e Pietro Scotti fu campione d‘Italia nella categoria sport.

Della Ferrari 212 Export furono costruiti solo 32 esemplari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.