in

Ferrari: Sainz avrà il nuovo motore in Turchia

Anche per Carlos Sainz è giunto il momento di far debuttare il nuovo motore Ferrari

Carlos Sainz Ferrari
Carlos Sainz Ferrari

La Ferrari è ora pronta a montare il motore 065/6 con il nuovo sistema ibrido che Leclerc ha fatto debuttare a Sochi sulla vettura di Carlos Sainz. Lo farà la prossima settimana al Gran Premio di Turchia. Il pilota spagnolo monterà l’aggiornamento del motore Ferrari al prossimo Gran Premio di Turchia, tra pochi giorni, come riporta l’edizione italiana del portale web americano Motorsport.com. Dato che sarà il quarto motore guidato da Carlos Sainz, questo lo costringerà a penalizzare e partire dal fondo dello schieramento.

Maranello è soddisfatta dei dati raccolti e desidera che Sainz goda di questo miglioramento il prima possibile. “Direi che Sainz lo monterà il prima possibile, crediamo che sia un miglioramento”, ha assicurato Binotto in dichiarazioni a Sky F1. Nonostante il boss della Ferrari si sia rifiutato di quantificare il miglioramento che questo aggiornamento porterebbe, si parla di un passo avanti di dieci cavalli. Binotto insiste sul fatto che, indipendentemente da quanto guadagneranno nel tempo sul giro, l’importante è che questa sia una buona base per il motore 2022.

Sainz, come Charles Leclerc, sarà costretto a penalizzare e partire dal fondo dello schieramento. La Turchia era, infatti, il luogo originario dove era stata pianificata l’introduzione di questa quarta specifica , ma i problemi di affidabilità sorti nella batteria di Charles dopo l’incidente alla partenza del GP d’Ungheria, in cui il suo secondo motore andò distrutto, ha fatto decidere ai tecnici della Ferrari di anticipare il suo arrivo per Leclerc.

Questa nuova evoluzione della Ferrari nasce da una revisione completa dell’intero sistema ibrido per garantirne durata, sicurezza e prestazioni. È un passo avanti verso il motore che Ferrari vuole avere nel 2022: un innovativo sei cilindri turbo con nuove linee e una camera di combustione ad alta pressione che ridurrà i tempi di avviamento.

Ti potrebbe interessare: Sainz condivide che la Ferrari stia già pensando quasi solo al 2022

Lascia un commento