in ,

Jaguar XK150

Jaguar XK150

Jaguar XK150

La Jaguar XK150 fu presentata nel 1957 come risposta alle rivali BMW 507 e Mercedes 300 SL.

Disponibile in diverse versioni, dal coupé al cabriolet, la Jaguar XK150 era una vettura piccola ma confortevole, due soli posti, ma comodissimi. L’innovazione più rilevante fu l’uso dei freni a disco Dunlop che sostituirono i fino ad allora usati  freni a tamburo.

La prima versione di Jaguar XK150 erogava 210 CV, ma per i più sportivi fu lanciata l’anno seguente, nel 1958, la versione S, con 250 CV. Nel 1959 arrivò per i più audaci la Jaguar XK150S con motore 3.8 da 265 CV.

Il modello di riferimento era la Jaguar XK120, rispetto a questa la carrozzeria era più massiccia, con fiancate più alte, parabrezza in un solo pezzo e calandra più larga.

Gli esemplari venduti furono 1466 della versione Jaguar XK150S 3.8, mentre delle altre due versioni furono venduti complessivamente 7929 esemplari.

Il prezzo oscilla dai 15 mila euro ai 60 mila euro, dipende dal modello e dalle condizioni, il più quotato è il 3.8 S.

La serie XK rappresenta una serie di vetture sportive prodotte dalla Jaguar negli anni Cinquanta che presero il posto delle SS100. La prima vettura di questa serie fu la XK120. Un restayling la trasformò dopo in una XK140. Nel 1957 esplose un incendio nella casa automobilistica in cui venivano costruite queste ultime e molti stampi furono rovinati. Così la Jaguar sfruttò la situazione per modificare la XK140 che divenne XK150.

La vettura presentava una carrozzeria interamente nuova. Frontale e fiancata vennero ridisegnati, la calandra divenne più larga e il parabrezza venne modificato in uno panoramico ed in pezzo unico. Rispetto al modello precedente si presentava più spaziosa e larga grazie all’utilizzo di nuovi paraurti che la portarono a dimensioni di 4,5 metri di lunghezza complessiva. La XK150 risultava quindi più massiccia rispetto alle altre Jaguar. La vettura era una confortevole GT, a due soli posti, disponibile in diverse versioni.

Dal punto di vista della tecnica, la principale novità fu rappresentata dall’introduzione dei freni a disco Dunlop con servofreno su tutte le ruote, in sostituzione di quelli a tamburo. Il motore era un sei cilindri in linea che erogava una potenza di 210 Cv, incrementato a 250 Cv nella versione “S” del 1958, e nel 1959 arrivò a fornirne 265.

Le Jaguar XK150 furono costruite in Inghilterra fino al 1961, facendo strada alla E-Type. Delle diverse versioni furono costruiti complessivamente 9.395 esemplari.