L’app e-Routes di Stellantis contro l’ansia da ricarica elettrica: gratis solo all’inizio

Ippolito Visconti Autore News Auto
Se il primo problema dell’auto elettrica è la paura di restare senza corrente, l’ansia da ricarica, ecco Stellantis intervenire: estende l’app e-Routes a tutti i suoi marchi in Europa.
Stellantis e-ROUTESConnectApp

Se il primo problema dell’auto elettrica è la paura di restare senza corrente, l’ansia da ricarica, ecco Stellantis intervenire: estende l’app e-Routes a tutti i suoi marchi in Europa. Ieri, l’app sviluppata dalla divisione software del gruppo era disponibile solo su alcuni dei suoi brand. Un’applicazione per smartphone progettata per veicoli full electric, compatibile con CarPlay o Android Auto. Si collega in tempo reale ai dati del mezzo, suggerendo le stazioni di ricarica più adatte lungo qualsiasi percorso: attinge a livello di carica della batteria, specifiche e dati di consumo, temperatura dell’aria. Target: calcolare in maniera più precisa l’autonomia residua e di conseguenza l’itinerario. L’azienda, dopo aver lanciato l’app sulle Citroën nell’ottobre 2023, ha esteso il servizio ai veicoli connessi e completamente elettrici di Peugeot, DS, Opel e Vauxhall. Nell’estate 2024 sarà disponibile per Fiat (600e), Fiat Professional (E-Scudo e E-Doblò), Alfa Romeo (Junior Elettrica), Jeep (Avenger) e Lancia (Ypsilon Electric).

App e-Routes di Stellantis: per chi è

A chi è rivolta? Ai possessori di un’auto elettrica connessa senza il sistema di navigazione. Il suo obiettivo è di fornire ai clienti una soluzione intelligente per la pianificazione dei viaggi, offrendo indicazioni di navigazione sempre aggiornate.

L’app aiuta il guidatore a ricalcolare la valutazione del viaggio se le condizioni cambiano. Se il cliente viaggia a una velocità superiore a quella prevista inizialmente, e-Routes informerà il conducente delle nuove opzioni di itinerario, così da avere sempre un buon livello di ricarica, sino a destinazione.

L’app e-Routes di Stellantis

Cosa dice l’algoritmo

L’algoritmo dell’app rivela in tempo reale dove sono le stazioni di ricarica, permettendo ai clienti di sapere se siano libere o occupate. Durante la pianificazione di un viaggio, ogni colonnina suggerita mostra i ristoranti, bar e hotel nelle vicinanze: puoi fare una pausa relax mentre la vettura si ricarica. L’app informa il cliente in anticipo sul costo totale della ricarica necessaria per il viaggio.

In quale pacchetto

L’app è inclusa nel pacchetto Connect Plus: servizi connessi con numerose funzionalità. Disponibile per i clienti con un periodo di prova dedicato incluso nel prezzo del veicolo, che varia a seconda del marchio. Una volta terminato questo periodo, per continuare a beneficiare di tutte le funzionalità incluse nel pacchetto, sarà necessario sottoscrivere un abbonamento: un’offerta flessibile nel tempo che dà al cliente la possibilità di scegliere una durata e un’opzione di pagamento: 4 euro al mese o 40 euro all’anno.

Nostra opinione: nelle auto elettriche di tutti i gruppi, dovrebbero essere obbligatorie queste funzionalità. Opportuno mettere il Plug & Charge su tutti i modelli, per semplificare al massimo la gestione delle ricariche:  un nuovo modo di ricaricare la vettura in cui l’autorizzazione viene eseguita da sé collegando il cavo col veicolo. Non è più necessario l’ok tramite carta di ricarica o app.

Seguici con Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie Automotive Clicca Qui!

  Argomento:  -