in ,

Maserati Kyalami

Maserati Kyalami

Maserati KyalamiNegli anni ’70 si badava meno ai consumi e di più alla comodità e alle prestazioni, ad influenzare l’acquisto di un’auto erano l’affidabilità della marca e la potenza del motore. Per questo ebbe successo la Maserati Kyalami, vettura eccessiva con motore Maserati V8 in lega.

La Maserati Kyalami nacque con l’obbiettivo di far concorrenza alla Jaguar XJS, ma l’intenzione fallì miseramente. Rumorosa, piena di gingilli elettrici, sgraziata e mal rifinita restò comunque un’auto interessate agli occhi di molti.

Il design originariamente era stato progettato da Tom Tjaarda per la De Tomaso, ma Pietro Frua, progettista della Maserati, lo ritoccò: abbassò il muso, dotandolo di doppi fari, allargò il cofano e aggiunse nuovi paraurti con indicatori di direzione incorporati.

Il motore della Maserati Kyalami era un V8 4900 a quattro alberi a camme con altrettanti carburatori a doppio corpo Weber, che poggiata su 5 cuscinetti. Il cambio era manuale a 5 rapporti o automatico a 3 velocità.

Le quotazioni della Maserati Kyalami si attestano sulle 35 mila euro.