in

Mercedes Classe A 2023: importanti novità in dotazioni e motori

La Mercedes Classe A cerca di rimanere attuale sul mercato, sottoposta al restyling di metà carriera con novità in dotazioni e motori.

Mercedes Classe A 2023

Il restyling della Mercedes Classe A è stato appena svelato. L’azienda della stella ha presentato alcune compatte aggiornate, che introducono importanti novità negli equipaggiamenti e nei motori, con una gamma più efficiente attesa in tutti i concessionari europei a partire dal mese di dicembre.

Mercedes Classe A 2023: come cerca di mantenersi “giovane”

Mercedes Classe A 2023

Esteticamente, la forma originale a cuneo dei fari rimane intatta ma varia la firma luminosa della luce diurna a LED, abbandonando la forma a gancio in favore di un filamento sottile, il quale corre lungo il bordo superiore. La rinnovata Classe A ha di serie i fari Full LED, a guardia di una calandra ora dal design più sportivo ed elaborato grazie alla finitura “AMG Line”, con il pannello interno ricco di spunti interessanti.

Nella parte posteriore, viene implementata una nuova grafica e una lente esterna oscurata, così da esprimere maggiore eleganza e sportività.

Anche la Mercedes Classe A 2023 rilascia upgrade funzionalità all’interno. Oltre a rinunciare al touch control del tunnel di trasmissione, il volante multifunzione è nuovo, riscaldabile come optional. L’azienda tedesca ha mantenuto il quadro strumenti digitale standard da 7 pollici, insieme al touch screen del sistema MBUX da 10,25 pollici, lasciando l’opzione delle due unità con una diagonale da 10,25 pollici.

Mercedes Classe A 2023

Le migliorie interne si completano con nuovi rivestimenti, colori e una riorganizzazione dei pacchetti di equipaggiamento, raggruppando i sistemi ausiliari alla guida. In particolare spicca il nuovo assistente al parcheggio longitudinale, ora dotato di una telecamera a 360º con riproduzione dell’immagine 3D. Le grandi novità, come si mormorava durante lo sviluppo del Class A Facelift, sono giunte anche a livello meccanico, sicché i propulsori a benzina ora hanno l’elettrificazione MHEV a 48 Volt, aggiungendo un generatore di avviamento da 10 kW extra.

I motori sono associati a un cambio automatico DCT a 7 o 8 rapporti, incrementando pure la potenza e l’autonomia nelle ibride plug-in. L’azienda ha elevato la capacità della batteria, ricaricabile all’80% in soli 25 minuti e aggiungendo un’unità elettrica con una potenza extra per raggiungere i 90 kW.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!