in

Scania e HAVI sperimentano i veicoli a guida autonoma per il trasporto merci

Il progetto pilota prevede un tragitto di 3 ore e lungo circa 300 km tra Södertälje e Jönköping

Scania HAVI guida autonoma trasporto merci

La collaborazione instaurata tra Scania e HAVI mira a scoprire l’efficacia del trasporto a guida autonoma nell’ambito delle attività hub-to-hub. Questo progetto pilota, primo in Europa, è eseguito in condizioni di traffico regolare su un tragitto lungo 300 km nel sud della Svezia.

Per la prima volta in Europa, i due brand sperimentano l’utilizzo di un veicolo a guida autonoma per il trasporto merci su strade pubbliche in condizioni di traffico regolare. Il progetto, eseguito da un veicolo Scania a guida autonoma, prevede un tragitto di 3 ore e di circa 300 km tra Södertälje e Jönköping. Questo percorso fa parte di un più ampio flusso logistico di HAVI in cui il primo e l’ultimo miglio sono gestiti da veicoli a guida manuale.

Scania HAVI guida autonoma trasporto merci
Un veicolo Scania a guida autonoma è stato usato per questo progetto pilota con HAVI

Scania: il brand svedese ha iniziato a testare sulle strade pubbliche un veicolo a guida autonoma

Questo progetto pilota rappresenta un primo passo fondamentale per dimostrare come i veicoli a guida autonoma possano far parte di un flusso logistico attuabile tra diversi poli e per consentire alle due aziende di valutare l’efficacia di questa tecnologia sul campo.

Robert Melin Mori, Project Manager di Scania, ha detto che il sistema dei trasporti cambierà notevolmente nei prossimi anni, viste anche le diverse sfide che il settore dovrà affrontare, come le spinte alla digitalizzazione e all’innovazione.

Per questo, il processo di conversione verso la guida autonoma deve iniziare immediatamente. È necessario studiare le operazioni a guida autonoma ora in modo da essere pronti non appena la tecnologia sarà pronta. Scania ritiene che questo progetto pilota sarà un trampolino di lancio estremamente importante.

Scania HAVI guida autonoma trasporto merci

Peter Hafmar, Head of Autonomous Solutions di Scania, ha invece dichiarato che si tratta di una soluzione di trasporto a guida autonoma utilizzata in condizioni operative reali, con merci e distribuzione commerciale per conto terzi. Nessuno lo ha mai fatto prima in Europa. Il produttore svedese è orgoglioso di poter collaborare con HAVI su questo progetto.

HAVI è un partner naturale per Scania in questa audace iniziativa. Le due realtà hanno già una comprovata esperienza di cooperazione in diversi progetti lungimiranti sul trasporto elettrificato, in linea con il loro comune impegno rivolto alla decarbonizzazione del sistema dei trasporti e alla continua innovazione orientata a migliorare l’efficienza e la sostenibilità dei trasporti.

Massimo D’Alessandro, direttore Sostenibilità e Innovazione di HAVI, ha affermato che negli anni HAVI ha maturato una forte intesa grazie a diversi progetti svolti insieme a Scania e oggi sono molto felici di essere partner in questo progetto pilota che ritengono porti con sé enormi promesse, sia per la futura relazione che per il futuro della filiera nella sua totalità.