in

Skoda Vision GT: la supercar del futuro immaginata al computer (per il momento)

Questa versione digitalizzata della Skoda mostra alcune novità che potremmo trovare anche nel mondo reale

Skoda Vision GT

Skoda, il noto costruttore della Repubblica Ceca, è meglio conosciuto per la realizzazione di station wagon e veicoli da città, ma questo marchio è stato conosciuto, a volte, per la creazione di auto davvero interessanti. Nel 2016 abbiamo parlato della Skoda Kodiaq, un SUV incredibilmente elegante che ha reso i suoi contemporanei insipidi. Più recentemente, il suo concept Vision 7S ci ha sconvolti con il suo design audace. Sotto l’ombra del gruppo Volkswagen, il futuro sembra luminoso per Skoda e con un catalogo arretrato che include auto sportive risalenti agli anni ’50, c’è molta ispirazione per una macchina ad alte prestazioni negli anni a venire. L’azienda ci ha ora dato un’idea di cosa potrebbe essere con un nuovo prototipo che rende omaggio alle veloci Skoda del passato mentre guarda verso un futuro completamente elettrico. Ecco dunque la Skoda Vision GT.

Skoda Vision GT

Skoda Vision GT

La Skoda Vision GT è un modello generato dal computer ispirato alla Skoda 1100 OHC, un’auto da corsa degli anni ’50 che era un punto di riferimento nelle gare di resistenza del passato. Il nuovo concept, tuttavia, non assomiglia per niente alla simpatica 1100 OHC e ha più cose in comune con le moderne supercar senza tetto come la McLaren Elva.

L’auto è attualmente esposta alla mostra Design and Transformation a Bruxelles nell’ambito di un programma di sostegno alla presidenza dell’UE della Repubblica Ceca. Skoda spera di inviare un messaggio di sportività sostenibile all’industria automobilistica e si lega alla serie “Icons Get a Makeover” dell’azienda, che ha visto l’azienda reinventare le auto del suo passato, tra cui la Rapid Monte Carlo e Felicia.

Skoda 1100 OHC
Skoda 1100 OHC

La Vision GT prende sul serio il suo nome: questa è una vera visione e può essere descritta almeno come sorprendente. Prendendo elementi di base dall’originale 1100 OHC, la Vision GT presenta un classico design open-top ma sostituisce le curve eleganti dell’auto classica con linee dritte e fanali audaci.

La Vision GT è pensata anche come vettura monoposto, con il pilota posto al centro dell’abitacolo. L’esterno presenta fari angolati sottili, enormi parafanghi anteriori e quarti posteriori che terminano con un’estremità posteriore simile ad un’ala. Le ruote sono enormi e sono chiaramente progettate per l’estetica.

Gli interni sono altrettanto accattivanti. Il sedile del guidatore è accompagnato da un volante in fibra di carbonio con parte superiore e inferiore squadrate e una barra piatta sullo schermo che funge da parabrezza. Una delle caratteristiche più interessanti degli interni è l’head-up display che proietta le informazioni direttamente sul casco del pilota. La mostra Design and Transformation è ospitata al Design Museum di Bruxelles ed è aperta fino all’8 gennaio 2023.

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!