Stellantis chiude lo stabilimento Mirafiori: 3.500 persone a casa fino a settembre

Francesco Armenio
Stellantis ha annunciato lo stop della produzione dello stabilimento di Mirafiori, che resterà chiusa fino alla fine di agosto.
Stellantis Mirafiori

Lo stabilimento Stellantis di Mirafiori non sta passando un bel periodo, con tantissime difficoltà a causa della scarsa domanda di Fiat 500e e Maserati. Un periodo negativo che continuerà almeno fino a settembre, a giudicare dalla decisione di Stellantis di fermare la produzione dal 15 luglio, solo quattro giorni dopo la presentazione ufficiale della Fiat Grande Panda. La comunicazione è stata recapitata alle organizzazioni sindacali nella giornata di ieri, 5 luglio.

Stellantis, Mirafiori si ferma fino alla fine di agosto: poche le richieste di Fiat 500e e Maserati

Mirafiori

Le linee di produzione di Fiat 500e e Maserati, dove sono impiegati 3.500 dipendenti, resteranno ferme dal 15 luglio al 4 agosto, quando inizieranno le ferie di agosto già annunciate. In totale, dunque, la fabbrica resterà chiusa fino al 25 agosto. L’entrata in vigore degli incentivi per le auto elettriche lasciavano sperare in un cambio di rotta ma, come mostrano i dati, le vendite della city car elettrica di Fiat in Italia non sono decollate nemmeno con i contributi statali.

Sara Rinaudo, segretario territoriale Fismic Confsal di Torino, ha dichiarato: “Comprendiamo le sfide che il settore automotive sta affrontando a livello globale. I rapidi cambiamenti tecnologici, così come le nuove regolamentazioni ambientali e fluttuazioni del mercato stanno mettendo alla prova la resilienza di tutti i soggetti coinvolti, dalla aziende ai lavoratori”.

“Bisogna quindi discutere un piano strategico che non solo tuteli i posti di lavoro, ma che stimoli i dipendenti ad avere una prospettiva di crescita e sviluppo con l’arrivo di nuovi modelli. La 500e e la 500 Ibrida, non ancora in produzione, non sono sufficienti per il futuro di Mirafiori in questo momento di piena transizione”, conclude Rinaudo.

Fiat 500e Mirafiori

Edi Lazzi, segretario generale della Fiom Cgil, e Gianni Mannori, responsabile Fiom per Mirafiori, hanno dichiarato: “Non c’è da stupirsi di questo nuovo lungo periodo di stop, nonostante gli incentivi. Da sempre diciamo che non sarebbero serviti per aumentare la produzione, senza avere nuovi modelli”.

La situazione potrebbe migliorare con l’arrivo sul mercato della nuova 500 Ibrida. Secondo le ultime indiscrezioni il nuovo modello potrebbe arrivare prima del previsto, con Stellantis che sembra stia accelerando i tempi per portare sul mercato il modello sul mercato quanto prima.

Seguici con Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie Automotive Clicca Qui!

  Argomento: