in

Stellantis produrrà velivoli elettrici insieme ad Archer

In Georgia nascerà un nuovo stabilimento in cui nel 2024 partirà la produzione dell’Archer Midnight

Stellantis Archer collaborazione

Stellantis e Archer hanno annunciato nelle scorse ore di voler estendere in modo significativo la loro partnership unendo le forze per produrre Midnight, il velivolo elettrico di punta a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) di Archer.

Il gruppo automobilistico italo-francese collaborerà con l’azienda nella realizzazione dello stabilimento produttivo a Covington (Georgia), in cui le società prevedono di iniziare a produrre il velivolo nel 2024.

Stellantis: la produzione del velivolo Archer Midnight sarà supportata dal gruppo

L’Archer Midnight è stato progettato per essere sicuro, sostenibile, silenzioso e con un carico utile previsto di oltre 454 kg. È in grado di trasportare quattro passeggeri più un pilota. Con un’autonomia di 161 km, il Midnight è ottimizzato per viaggi back-to-back di breve distanza intorno ai 32 km, con un tempo di ricarica di circa 10 minuti.

Questa collaborazione unica nel settore della mobilità aerea urbana sfrutterà i rispettivi punti di forza e le competenze di ciascuna azienda per portare l’eVTOL sul mercato. Archer porta il suo team internazionale di esperti in velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale, propulsione elettrica e certificazione, mentre Stellantis apporterà alla partnership tecnologie e competenze avanzate nell’ambito della produzione, oltre mettere a disposizione personale esperto e capitali.

L’unione è destinata a consentire una rapida ascesa della produzione del velivolo per soddisfare i piani di commercializzazione di Archer, permettendo al contempo alla stessa azienda di rafforzare il proprio percorso verso la commercializzazione, aiutandola a ridurre la spesa di centinaia di milioni di dollari durante la fase di avvio della produzione. L’obiettivo di Stellantis è quello di produrre in serie il velivolo sulla base di un contratto in esclusiva.

Come ulteriore dimostrazione del proprio impegno, il gruppo automobilistico fornirà fino a 150 milioni di dollari di capitale azionario per un potenziale utilizzo a discrezione di Archer nel 2023 e nel 2024, a condizione che vengano raggiunti determinati traguardi aziendali che Archer prevede di conseguire nel 2023.

Stellantis intende inoltre aumentare la propria partecipazione strategica mediante futuri acquisti di azioni di Archer sul mercato aperto. Queste azioni, unitamente agli altri elementi di questa partnership, consentiranno al colosso del settore automotive di diventare un investitore di riferimento a lungo termine in Archer.

Le dichiarazioni di Tavares e Goldstein

Carlos Tavares, CEO di Stellantis, ha detto che negli ultimi due anni il gruppo ha lavorato a stretto contatto con Archer ed è rimasto sempre positivamente impressionato dall’ingegno e dall’impegno incrollabile nei confronti dei risultati.

Approfondendo la partnership con Archer come investitore strategico e con piani di crescita della sua partecipazione azionaria, Stellantis dimostra come stia superando i limiti per fornire una libertà di mobilità sostenibile, che non si limiti alla strada, ma arrivi fino al cielo. Sostenere Archer con la sua esperienza produttiva è un altro esempio di come guiderà il modo in cui il mondo si muove.

Adam Goldstein, fondatore e CEO di Archer, ha invece dichiarato che il continuo riconoscimento da parte di Stellantis dei progressi di Archer verso la commercializzazione e l’impiego attuale di importanti risorse per costruire assieme il velivolo Midnight, pone Archer in una posizione di vantaggio rispetto alla concorrenza. Le due aziende stanno compiendo insieme questi passi importanti per realizzare l’opportunità unica di ridefinire il trasporto urbano per un’intera generazione.

Dal 2020, il gruppo italo-francese è un partner strategico per Archer attraverso varie iniziative di collaborazione e dal 2021 in qualità di investitore. In questo lasso di tempo, Archer ha potuto usufruire della profonda esperienza di Stellantis nell’ambito della produzione, della supply chain e del design, unendo questo know-how ai propri sforzi per progettare, sviluppare e commercializzare il suo eVTOL.