in

Tesla: i nuovi modelli potranno ricevere videochiamate Zoom

La funzione non sarà disponibile durante la guida del veicolo

Tesla

Tesla continua ad avanzare nello sviluppo delle sue auto elettriche implementando nuove funzioni e caratteristiche tecnologiche che soddisfano le richieste e le esigenze dei suoi clienti. Una delle ultime innovazioni che Elon Musk introdurrà nei nuovi modelli della casa automobilistica americana è che potranno ricevere videochiamate da Zoom.

I nuovi modelli Tesla è che potranno ricevere videochiamate da Zoom

Durante il suo evento Zoomtopia di ieri, l’app di videoconferenza ha annunciato un’integrazione ufficiale con Tesla. Il product manager di Zoom Group Natasha Walia ha fatto l’annuncio nelle scorse ore, annuncio che in realtà arriva tre anni dopo che Tesla ha confermato la sua intenzione di aggiungere funzionalità di videoconferenza ai suoi veicoli a partire dall’inizio del 2020.

Il sistema utilizza la telecamera rivolta verso l’ interno dell’abitacolo negli attuali modelli del marchio, come la Tesla Model S, situata sopra lo specchietto retrovisore. Questa telecamera viene utilizzata principalmente come strumento di monitoraggio del conducente e sarà la telecamera attraverso la quale gli altri partecipanti alla chiamata potranno vederci.

Per motivi di sicurezza, questa funzione non sarà disponibile durante la guida dell’auto elettrica dell’azienda americana e, come mostrato nel video, mentre si effettua una videochiamata tramite questa applicazione tramite una Tesla, sarà necessario inclinarsi mentre si parla. Non sappiamo se sia legato all’angolo di visuale della telecamera o alla capacità di ripresa del microfono.

Tesla e Zoom
Una delle ultime innovazioni che l’azienda di Elon Musk introdurrà nei nuovi modelli Tesla è che potranno ricevere videochiamate da Zoom

Quello che non sappiamo nemmeno è quando Tesla e Zoom dovrebbero introdurre questa funzione di videochiamata nelle nuove auto dell’azienda di Elon Musk. Resta ancora molto da scoprire, ad esempio se l’app funzionerà con il WiFi o se i proprietari che pagano il piano di connettività Premium potranno utilizzare i dati dell’auto. Vedremo dunque quali altre novità arriveranno a proposito di questo accordo con Zoom da parte della casa automobilistica del numero uno Elon Musk.

Ti potrebbe interessare: Tesla Model 3, Nio ET7 e Renault Megane E-Tech: le tre auto elettriche premiate da Green NCAP

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!