in

Toyota: dopo vent’anni, ecco finalmente delle nuove batterie

Toyota ha atteso vent’anni prima di realizzare delle nuove batterie, introducendole per la Aqua. Il gruppo mira a progredire.

Toyota Aqua

Mentre il settore automobilistico perfezionava la composizione delle celle delle batterie, Toyota ha perseverato con la medesima tecnologia lanciata con la Prius agli sgoccioli dello scorso millennio. L’auto si presentò inizialmente al pubblico con un’unità all’idruro di nichel-metallo.

Toyota Aqua: portatrice di sviluppo

Toyota logo

Proprio quest’anno il Costruttore nipponico ha finalmente voltato pagina. In che modo? Introducendo una nuova batteria bipolare all’idruro di nichel-metallo con la Toyota Aqua (Prius C). Sulla nuova soluzione rivela ora dei dettagli Auto News, secondo cui la batteria fornisce una potenza di 1,5 volte superiore in confronto alla precedente e permette di integrare 1,4 volte il numero di celle nel medesimo spazio.

Raggiunto dalla redazione di Auto News, Motoyoshi Okumura, group manager della divisione incaricata a occuparsene, ha spiegato, a nome del marchio rappresentato, che il via ai lavori sulla proposta oggi adottata risale al 2016. Come da egli puntualizzato, è possibile trarre beneficio del medesimo spazio per allestire una batteria dalla potenza doppia.

Anche se gli automobilisti nutrono dei dubbi in merito, le batterie all’idruro di nichel-metallo – ha aggiunto Okumura – svolgono tuttora ottimamente il loro compito. Hanno cominciato a mettere mano sulla tipologia perché, dopo due decenni di utilizzo, c’era un record di successi. D’altra parte, non vi sono da registrare dei notevoli accorgimenti relativamente al design. Pertanto, hanno raccolto il guanto di sfida, incrementando la produzione.

Gli ioni di litio risponde alle moderne esigenze

Toyota sede

La società numero uno del mercato globale automotive crede fermamente che il ricorso agli ioni di litio abbia più senso per le macchine con trazione al 100 per cento elettrica, sicché richiedono una maggiore disponibilità di energia. Comunque sia, la compagnia sta studiando una nuova generazione di batterie agli ioni di litio che forse mostrerà durante la seconda parte del decennio in corso, senza poi dimenticare lo sviluppo delle batterie a stato solido. Ecco i due canali mediante cui intende conservare inalterata la leadership guadagnata sulla scena mondiale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.