in

Toyota: primi segnali di risveglio dopo 5 mesi

Per la prima volta in cinque mesi, Toyota mostra i primi segnali di risveglio, a seguito dei danni causati dal Coronavirus.

Toyota logo

La produzione globale di Toyota è aumentata per la prima volta in cinque mesi ad agosto, spinta dai guadagni nei mercati esteri, in particolare nel sud-est asiatico, dove un anno fa la pesante ricaduta nell’emergenza sanitaria da Coronavirus aveva interrotto le catene di approvvigionamento.

La casa automobilistica ha fabbricato 766.683 veicoli nell’ottavo mese del 2022, il 44 per cento in più rispetto all’anno precedente, secondo una dichiarazione rilasciata ieri, giovedì 29 settembre. Le immatricolazioni complessive sono cresciute del 3,8 per cento a 777.047 esemplari, il primo segno positivo in 12 mesi, ha affermato Toyota.

Toyota: la produzione torna a registrare numeri positivi

Toyota logo

Mentre Toyota deve ancora affrontare una carenza di semiconduttori e sta combattendo i persistenti vincoli della catena di approvvigionamento derivanti dalla pandemia, la situazione è migliorata rispetto a un anno fa, quando i casi di COVID erano più alti, causando la chiusura degli stabilimenti, da cui è conseguita la scarsità dei componenti necessari all’attività. Il colosso nipponico ha rispettato il suo proposito di realizzare 9,7 milioni di veicoli per l’anno fiscale fino a marzo 2023.

Il settore nel suo insieme sta attraversando alti e bassi, ha affermato Koichi Sugimoto, analista senior di Mitsubishi UFJ Morgan Stanley Securities Co. Non segnala un fallimento assoluto, ma nemmeno numeri in costante incremento. La situazione resta tuttora imprevedibile.

Toyota logo

La produzione di Toyota in Giappone ad agosto ha registrato un più 5,6 per cento in confronto al 2021 a 196.038 unità, tornato a salire per la prima volta nel giro di cinque mesi. Come hanno spiegato i portavoce dell’azienda il quadro attuale è caratterizzato da un forte senso di incertezza. Alla luce peraltro della contingenza economica esterna non è possibile cantare al momento vittoria, ma bisogna ottenere una continuità di rendimento.

Nel frattempo, la rivale Nissan ha sottolineato come la sua produzione globale sia lievitata per il secondo mese di fila ad agosto, salendo del 9% rispetto all’anno precedente a 288.218 veicoli. Tuttavia, le vendite sono diminuite del 16 per cento a 254.842 unità.

La produzione globale di Honda è, infine, aumentata del 27 per cento a 347.661 unità, il terzo mese consecutivo in ascesa.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!