in

Volkswagen impiega un sistema a circuito chiuso per la produzione di alluminio

L’utilizzo di alluminio secondario permette di risparmiare fino al 95% di energia

Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio

Volkswagen Slovacchia è il primo dei siti multimarca del gruppo automobilistico tedesco ad aderire al progetto Aluminium Closed Loop. Ciò comporta il riciclaggio dei ritagli di stampaggio di alluminio dall’officina di stampa, che vengono restituiti al fornitore dei rotoli di alluminio. I ritagli di alluminio vengono rilavorati per consentirne il ritorno alla produzione senza alcuna perdita di qualità.

L’uso dell’alluminio secondario consente di risparmiare fino al 95% di energia rispetto a quello primario. Anche il risparmio di CO2 e la gestione efficiente delle risorse contribuiscono a una maggiore sostenibilità. Nello stabilimento di Bratislava vengono stampate, tra le altre cose, le parti della carrozzeria dei Audi Q7 e Q8.

Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio
Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio

Volkswagen: lo stabilimento slovacco aderisce al progetto Aluminium Closed Loop

Come parte del gruppo e del marchio Volkswagen, Volkswagen Slovacchia si impegna a raggiungere gli obiettivi ambientali della strategia Zero Impact Factory e a muoversi verso la neutralità climatica. Per ottenere i migliori risultati possibili, l’azienda utilizza continuamente tecnologie all’avanguardia e partecipa attivamente a progetti che hanno un impatto positivo sull’ambiente.

Uno di questi è l’Aluminium Closed Loop, introdotto nel 2017 presso la sede Audi di Neckarsulm. Il progetto è attualmente in corso in quattro delle sedi del Gruppo Volkswagen dove si trovano impianti di stampa con un’elevata percentuale di parti in alluminio (Audi Neckarsulm, Audi Ingolstadt, Audi Hungaria a Győr e Volkswagen Slovacchia a Bratislava).

Nel 2021, il progetto Aluminium Closed Loop è stato responsabile di una riduzione di oltre 195.000 tonnellate di CO2 per la sola produzione delle Audi. Dalla sua introduzione nel 2017, questi risparmi totali sono ammontati a oltre 725.000 tonnellate di CO2.

L’ufficio stampa della fabbrica di Bratislava ha aderito al progetto Aluminium Closed Loop del gruppo esattamente un anno fa, nel luglio 2021. Attualmente, gran parte delle parti per le carrozzerie dei SUV prodotti a Bratislava (Volkswagen Touareg, Audi Q7, Audi Q8, Porsche Cayenne e Porsche Cayenne Coupé) vengono pressati qui. Questi includono parti della pelle esterna, tetti, parti aggiuntive, cofani e portelloni, parafanghi, porte, telai di finestre e altro ancora.

Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio

L’Aluminium Closed Loop è un esempio riuscito di riciclaggio dei rifiuti a circuito chiuso che elimina gran parte della produzione ad alta intensità energetica di alluminio primario. Michaela Hletková Ploszeková, capo del dipartimento ambientale di Volkswagen Slovacchia, ha spiegato che l’elevata domanda di energia può essere ridotta al minimo, tra le altre cose, utilizzando materiali riciclati, contribuendo così a un migliore equilibrio ambientale dei progetti di veicoli anche prima che inizi la produzione.

Le parti della carrozzeria sono realizzate in alluminio e lamiere di acciaio che vengono tagliate da rotoli di alluminio (altrimenti noti come bobine) nel vicino stabilimento Audi di Győr, prima di essere formate con utensili di pressatura presso l’officina di stampa a Bratislava. L’alluminio viene separato dagli altri scarti di stampaggio derivanti dalla produzione di questi particolari direttamente in linea.

Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio

È possibile raggiungere un livello di purezza del 99,9%

Grazie ai processi di separazione e pulizia nel processo di produzione e presso il riciclatore, i rifiuti di stampaggio dell’officina di stampa per il riciclaggio nell’Aluminium Closed Loop raggiungono un livello di purezza del 99,9%.

Nell’anno di lancio, l’azienda è riuscita a consegnare oltre 6600 tonnellate di scarti di alluminio al progetto Aluminium Closed Loop, nonostante la produzione fluttuante dovuta alla difficile situazione globale. Adesso il Gruppo Volkswagen punta ad aumentare gradualmente questa quota.

Un fornitore attualmente trasporta ancora i rifiuti di alluminio separati dall’officina di stampa tramite camion. Nei prossimi anni, il piano è di iniziare a utilizzare veicoli alternativi più rispettosi dell’ambiente per questo scopo.

I rifiuti verranno quindi trasportati dalla Slovacchia direttamente al fornitore di alluminio del gruppo tedesco in modo che possano essere lavorati e rispediti all’officina stampa di Bratislava come alluminio secondario o lamiera di alluminio di qualità originale, dove verranno poi riutilizzati per produrre parti di carrozzeria dei SUV.

Volkswagen Slovacchia riciclo alluminio