in

Volkswagen Tiguan 2024: il crossover del futuro [RENDER]

Da Wolfsburg non sono ancora arrivate immagini ufficiali, ma c’è chi vede nella Volkswagen Tiguan 2024 un crossover premium futuristico.

Volkswagen Tiguan

La Volkswagen Tiguan di seconda generazione è in produzione dal 2016. Di conseguenza, è un prodotto che invecchia nell’odierna industria automobilistica, in rapida evoluzione, perciò sarà sostituita nel prossimo futuro.

Non sappiamo molte cose su quale sarà il successore, ma difficilmente non assomiglierà all’esemplare qui raffigurato. Se vi piace andare alla ricerca di render, probabilmente conoscerete già l’autore, in quanto si tratta uno dei più apprezzati in circolazione, kdesignag. Come al solito, l’opera virtuale del pixel master è stata condivisa su Instagram.

Volkswagen Tiguan: base della Porsche Macan, ma con tocchi familiari al brand VW

Volkswagen Tiguan

Ma come ha fatto il brillante artista a realizzare tali illustrazioni digitali? Abbastanza facile, in realtà: si è avvalso sempre di un modello del Gruppo, la Porsche Macan. Della proposta dell’azienda di Stoccarda ha preso la carrozzeria, per poi apportare delle modifiche a livello di estremità anteriore e posteriore. Queste sfoggiano spunti stilistici familiari, ispirati ad altre VW moderne e danno alla creazione di design un tocco assai futuristico.

Tornando nel mondo reale, sono emerse delle foto spia ritraenti la Volkswagen Tiguan 2024 con un frontale leggermente più pronunciato in confronto al predecessore, oltre ad archi delle ruote più grandi e linee più rotonde lungo la fiancata. Sul retro, sembra di assistere a una interpretazione in scala ridotta della Touareg. Ha forme decisamente pulite e falsi terminali di scarico incorporati nel diffusore.

Volkswagen Tiguan

Oltre agli aggiornamenti visivi, la nuovissima Tiguan è prevista con un passo di poco allungato, che metterà a disposizione più spazio per le gambe per i passeggeri seduti sul divanetto posteriore. Altri rapporti affermano che avrà un’impronta complessiva maggiore rispetto a quella attuale.

Ufficialmente, non sappiamo nulla della gamma motori, anche se una cosa pare pressoché certa: comprenderà ancora unità di combustione interna, forse parte di loro ripresi dal precursore, sebbene con i soliti upgrade verranno resi più parchi nei consumi e meno inquinanti. La data di presentazione è poi l’ennesimo grande punto interrogativo, e mentre qualcuno pensano ne immagina il debutto nell’arco del 2023, c’è chi ne ipotizza il reveal ufficiale in anteprima nel 2024.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!