in ,

Volkswagen vendite globali in calo, ma cresce l’elettrico

Gli ultimi dati di vendita del Gruppo Volkswagen rivelano una crescente domanda globale in termini di vetture elettriche vendute

Volkswagen

Gli ultimi dati di vendita del Gruppo Volkswagen rivelano una crescente domanda globale in termini di vetture elettriche vendute, nonostante la carenza globale di semiconduttori abbia avuto un impatto importante sulle vendite di auto nel suo complesso. Il Gruppo ha infatti venduto 8,9 milioni di veicoli lo scorso anno, 452.900 dei quali erano veicoli elettrici, con un aumento del 96% rispetto all’anno precedente. Questo nonostante le vendite complessive di auto siano diminuite del 4,5% su base annua.

Nel 2020, il 2,5% delle vendite erano veicoli elettrici dato che è più che raddoppiato al 5,1% lo scorso anno così come le vendite di ibridi plug-in sono aumentate in modo significativo. Con 309.000 unità, le vendite di PHEV sono aumentate del 61%.

Date queste tendenze, il Gruppo Volkswagen prevede che un’auto su due venduta nel mondo nel 2030 sarà elettrica. L’Europa ha mostrato una domanda particolarmente forte riservata ai veicoli elettrici lo scorso anno, con le auto elettriche che rappresentano oltre il 10% delle vendite, mentre il Nord America ha ricevuto 37.200 veicoli completamente elettrici, tre volte di più rispetto all’anno precedente.

L’auto elettrica più venduta in casa Volkswagen su scala globale è stata la Volkswagen ID.4 che ha totalizzato un complessivo di 119.600 unità immatricolate, seguita dalla più piccola ID.3. Sono state consegnate una frazione di meno di 50.000 Audi e-tron e ben 44.700 Skoda Enyaq iV. Quasi impressionante il dato relativo alla Porsche Taycan che ha totalizzato ben 41.300 unità vendute, un centinaio di unità in più rispetto alla Volkswagen e-Up!.

Christian Dahlheim, responsabile vendite del Gruppo Volkswagen, ha ammesso che l’anno appena conclusosi ha comunque prodotto un impegno non indifferente, in accordo con la spiacevole crisi dei chip. Ma i volumi di vendite delle vetture elettriche è raddoppiato, cosa che dimostra “che siamo sulla strada giusta” ha aggiunto.

Per il Gruppo Volkswagen però numeri in calo in Cina

Non sorridono però i dati della Cina per quanto riguarda il Gruppo Volkswagen. Gli obiettivi infatti sono stati disattesi, con prospettive per il 2022 che potrebbero essere riviste alla luce di tali dati. Secondo quanto descritto su Automotive News Europe, il Gruppo Volkswagen ha venduto un totale di 70mila elettriche in Cina secondo una riduzione di circa 10mila unità rispetto al target che prevedeva un complessivo di immatricolazioni pari a circa 100mila unità.

Nel complesso sono state invece 3,3 milioni le vetture immatricolate in Cina dai marchi del Gruppo, in accordo con un calo pari al 14% provocando anche in questo caso una revisione al ribasso rispetto agli obiettivi previsti.

Secondo quanto ammesso da Stephan Wollenstein, che è al vertice della divisione cinese di Volkswagen, il marchio ha operato in sostanziale perdita in Cina nonostante gli importanti investimenti di questi ultimi anni. Nel complesso c’è da dire che i costruttori cinesi votati all’elettrico, come Nio, Xpeng e Li Auto, hanno venduto nel complesso più di quanto messo in pratica da Volkswagen.

Nel 2022 l’obiettivo è quello di raddoppiare la quota delle elettriche vendute. Tuttavia già Volkswagen sta provando a rivedere gli obiettivi in accordo con la crisi dei semiconduttori che di certo continuerà a ridurre i livelli produttivi. Staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.