in

Volvo EX90: il CEO di Luminar attacca Tesla sul sistema Lidar

È polemica sulle promesse di Tesla riguardo la guida autonoma

Volvo EX90

Il CEO di Luminar, Austin Russell, ha preso di mira Tesla in un’intervista a Top Gear, affermando che la società “non ha un percorso chiaro o anche lontanamente credibile” verso la vera guida autonoma. Luminar è un’azienda specializzata nella tecnologia di guida autonoma. L’azienda fornisce il sensore LiDAR che si trova sul tetto della Volvo EX90 recentemente rivelata. In quella zona sono presenti anche sistemi radar e telecamere di vari tipi.

Ma in Tesla le cose sono diverse. La casa automobilistica ha deciso di interrompere la fornitura di sensori radar e ultrasonici alle sue auto, con tutti i nuovi veicoli elettrici Model 3 e Model Y per Nord America, Europa, Medio Oriente e Taiwan da costruire con solo sistemi di telecamere come parte di un sistema chiamato Tesla Vision.

In tal modo, Russell afferma che Tesla è una delle tante aziende a “promettere in modo ridicolmente eccessivo” riguardo le caratteristiche della guida autonoma. “Ascolta, Musk ha costruito una grande azienda automobilistica, una grande azienda di veicoli elettrici“, ha spiegato Russell. “Il problema è che cerca di incassare quella credibilità su cose che non hanno alcun senso – per niente – quando si tratta di una prospettiva di guida assistita e autonoma”.

Lidar Volvo EX90

Volvo EX90: cosa si prospetta in termini di guida autonoma?

Il sistema fondamentale che ha costruito va bene; funziona come un sistema di guida assistita. L’hanno costruito per sostituire MobilEye, che era la società precedente con cui avevano lavorato. Cosa che hanno fatto, con successo. L’unico problema che ho avuto è che lo chiamano ‘Full Self-Driving‘, ma assolutamente non lo è, e non ha un percorso chiaro o anche lontanamente credibile per arrivarci“.

Russell non sembra avere torto. Le Tesla semi-autonome sono state coinvolte in numerosi incidenti mortali e gravi e varie agenzie federali stanno indagando sui suoi sistemi di assistenza alla guida.

Elon Musk ha affermato che le Tesla hanno bisogno solo di telecamere perché i conducenti umani usano solo gli occhi per rilevare oggetti. Certo, un computer che controlla un’auto di solito ha tempi di reazione migliori rispetto a un guidatore umano, ma non c’è dubbio che più informazioni siano migliori. Nella suddetta Volvo EX90, il sensore LiDAR è in grado di rilevare oggetti fino a 250 metri di distanza e può anche individuare oggetti oscuri come un pneumatico su una strada buia.

In una precedente intervista con Top Gear, Russell ha spiegato come LiDAR potrebbe un giorno colmare il divario con la vera tecnologia di guida autonoma. “Per la prima volta, puoi avere un sistema che capisce esattamente dove si trovano tutti gli oggetti, quindi non ci vuole un software che cerchi di indovinare dove si trova tutto nel mondo intorno a te. Puoi sapere a livello di centimetri di precisione dove sono tutti questi oggetti“, ha spiegato il fondatore di Luminar, aggiungendo: “Non fraintendetemi, aggiungendo più telecamere e radar e tutto è fantastico, ma tirerà sempre ad indovinare“.

Volvo EX90

Con la decisione di passare a una tecnologia meno avanzata con Tesla Vision, non si può fare a meno di chiedersi se Tesla raggiungerà mai una vera guida autonoma. La Volvo EX90 è in grado di rilevare ostacoli a più di 250 metri, un nuovo sistema LiDAR è in grado di rilevare, identificare ed evitare ostacoli a più di 1 chilometro di distanza e Mercedes-Benz è diventata la prima casa automobilistica al mondo a ricevere l’approvazione del sistema valida a livello internazionale per la guida autonoma di livello 3, con hardware di livello 4 già installato. Non sorprende che il sistema Mercedes Drive Pilot utilizzi sistemi di telecamere, radar e LiDAR.

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!