in

ZF raggiunge il traguardo di 2 milioni di motori elettrici prodotti

Questo importante traguardo riduce in modo significativo le emissioni di CO2

ZF motori elettrici prodotti

ZF ha raggiunto il traguardo dei 2 milioni di motori elettrici prodotti. L’azienda fornisce alle case automobilistiche dei propulsori elettrici per diversi tipi di veicoli, dalle unità ibride ed elettriche per auto e veicoli commerciali a zero emissioni. Le due milioni di unità prodotte contribuiscono in modo significativo alla riduzione delle emissioni di CO2.

Già nel 2008, ZF è stata il primo fornitore in Europa a lanciare un motore elettrico di serie per veicoli mild hybrid premium. Nel frattempo, non solo ha ampliato il proprio portafoglio di prodotti con innovazioni tecnologiche, ma ha anche fortemente sostenuto la tendenza verso l’elettrificazione dei motori per auto con lo scopo di ridurre le emissioni di CO2.

ZF: il brand tedesco ha raggiunto un altro importante traguardo

Soprattutto negli ultimi anni, questo è andato di pari passo con massicci aumenti della capacità produttiva. ZF si è adattata al crescente numero di call-off e alla forte domanda di mobilità elettrica.

Stephan von Schuckmann, membro del Consiglio di Amministrazione di ZF e responsabile della tecnologia dei motori elettrici, ha detto che questo importante anniversario di produzione è supportato da decisioni imprenditoriali a lungo termine e da uno spirito ingegneristico innovativo.

Il brand tedesco aveva già deciso anni fa di implementare la propria tecnologia, che ora viene utilizzata per i motori elettrici in applicazioni ibride. Dopo il 2015, quando la domanda per i veicoli 100% elettrici è iniziata ad aumentare, l’azienda si è concentrata su una nuova tecnologia: l’avvolgimento a forcella consente di avvolgere i fili più strettamente insieme, il che aiuta ad aumentare la potenza, le velocità e la coppia a parità di spazio.

Ciò era necessario perché, con motori completamente elettrici, la velocità di marcia non è più collegata al motore a combustione interna. La tecnologia Hairpin di ZF può anche aumentare il livello di automazione nella produzione.

Questo è importante quando si imposta la rotta per volumi elevati ed è oggi una tecnologia all’avanguardia. I motori elettrici coprono un’ampia gamma di applicazioni, da mild hybrid e ibridi plug-in a sistemi di trasmissione full electric per vetture e veicoli commerciali. La gamma di prestazioni va da 68 a 747 CV (da 50 kW a 550 kW) e una coppia massima da 75 Nm a 1500 Nm.

La capacità produttiva a Schweinfurt è stata costantemente ampliata

Per stare al passo con l’aumento globale della produzione di EV, ZF ha costantemente ampliato le capacità produttiva di motori elettrici nel suo stabilimento principale di Schweinfurt (Germania). Inoltre, negli ultimi anni l’azienda ha commissionato importanti linee di produzione a Pančevo (Serbia) e Shenyang (Cina). Un altro impianto in Nord America è attualmente in costruzione e entrerà in funzione l’anno prossimo.

ZF fornisce ai propri clienti motori elettrici come componenti, ma ha anche l’esperienza necessaria per integrarli nei loro veicoli e fornire, rispettivamente, interi sistemi. L’azienda tedesca offre assali e trasmissioni centrali complete, tra cui elettronica di potenza auto sviluppata e prodotta e riduttori per azionamenti per auto e veicoli commerciali 100% elettrici.

Il potenziale di innovazione dei motori elettrici non si è ancora esaurito. ZF vede approcci essenziali nel sistema di raffreddamento. Negli ultimi anni sono state introdotte sofisticate soluzioni di raffreddamento, oltre al classico sistema che prevede l’acqua che scorre. Roland Hintringer, responsabile della linea di prodotti per motori elettrici, ha dichiarato che attualmente la società sta sviluppando una soluzione con l’olio che scorre per raffreddare direttamente il filo di rame, che è la principale fonte di calore nei motori elettrici.

Il sistema sviluppato da ZF non sarà l’ultima innovazione. Con ulteriori sviluppi su questa base, il brand si posiziona come leader nel campo della tecnologia. Non da ultimo in termini di sostenibilità, ZF pone pietre miliari e sviluppa motori elettrici con magneti quasi privi di terre rare pesanti.

In considerazione dei volumi in aumento a livello globale e dell’elevata domanda di tecnologia di propulsione elettrica, il prossimo traguardo di produzione sarà raggiunto presto. Hintringer ha dichiarato che gli ordini della società sono ben riempiti e i prossimi 2 milioni di motori elettrici saranno probabilmente prodotti in meno di due anni.

Se questi 2 milioni di motori elettrici di ZF sostituiscono i tradizionali motori a combustione per auto, si risparmieranno circa 45 milioni di tonnellate di anidride carbonica nel corso della vita media di servizio di una vettura (15 anni).

Looks like you have blocked notifications!