in

Audi RS Q e-tron E2: il prototipo per la Dakar 2023 si rinnova

Importanti novità introdotte sulla versione che correrà la Dakar il prossimo anno

Audi RS Q e-tron E2

Audi è stata impegnata a togliere tutto ciò che non era strettamente necessario dalla RS Q e-tron E2, ed ecco un’evoluzione della vettura da fuoristrada estremo. Un veicolo alleggerito, più aerodinamico e più semplice da usare: Audi spera che gli guadagnerà più vittorie il prossimo anno.

Sebbene le regole per la sua classe di corse abbiano effettivamente aumentato il peso minimo a 2.100 kg da 2.000 kg, Audi voleva comunque rendere la RS Q e-tron più leggera. Ciò significava eliminare tutti i tipi di carrozzeria, in particolare attorno alla parte posteriore del veicolo. Il marchio ha anche lavorato per ottimizzare il modo in cui sono posizionati gli strati di tessuto del composito per la carrozzeria, contribuendo a una struttura complessivamente più leggera e all’abbassamento del baricentro del veicolo. Inoltre, rende più facile raggiungere la ruota di scorta, perché semplicemente c’è meno carrozzeria d’intralcio. Il nuovo modello ora misura 4.670 mm di lunghezza, 2.300 mm di altezza e 1.950 mm di larghezza. È quasi quasi 170 mm più lunga dell’originale RS Q e-tron.

Audi RS Q e-tron E2

Le modifiche significano anche che l’auto risulta un 15% più aerodinamica rispetto al suo predecessore. L’E2 non condivide un singolo pannello della carrozzeria con la RS Q e-tron di prima generazione. Ciò non lo aiuterà a raggiungere una velocità massima più elevata, poiché è sempre stato in grado di raggiungere la velocità massima limitata dal regolamento di 170 km/h, ma offre comunque un grande vantaggio per il veicolo a trazione elettrica.

I miglioramenti dell’Audi RS Q e-tron E2

Un ulteriore miglioramento dell’efficienza è l’unità di condizionamento dell’aria. Audi ha scoperto che il compressore dell’aria condizionata del modello di prima generazione era così potente da congelare il liquido di raffreddamento quando veniva utilizzato per lunghi periodi di tempo. Pertanto, ha riprogrammato l’unità in modo che funzioni in modo intermittente, risparmiando energia e raffreddando l’auto in modo quasi altrettanto efficace.

Audi RS Q e-tron E2 frontale

Abbiamo riunito tutte le lezioni importanti in pochissimo tempo. Il risultato delle nostre idee è l’evoluzione dell’E2“, afferma Uwe Breuling, Head of Vehicle Operations Audi Sport. “Il lavoro determinato ed efficiente in termini di costi del nostro team di sviluppo ci ha preparato perfettamente per la nostra seconda Dakar“.

La variante E2 conserva il propulsore range-extender dell’originale RS Q e-tron che combina un motore a benzina quattro cilindri in linea da 2,0 litri che carica una batteria da 50,0 kWh che a sua volta alimenta due motori elettrici, uno su ciascun asse producendo un motore combinato potenza limitata di circa 400 CV, sebbene siano tecnicamente in grado di erogare poco più di 670 CV. L’Audi RS Q e-tron farà il suo debutto in competizione al Rally du Maroc dal 1 al 6 ottobre e gareggerà poi alla Dakar 2023.

Audi RS Q e-tron E2 laterale

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!