in

Tavares: chiusure di fabbriche inevitabili per far fronte ai costi per gli EV

Il CEO di Stellantis lo ha dichiarato al CES di Las Vegas

Carlos Tavares Auto Elettriche

Il capo di Stellantis Carlos Tavares afferma che le fabbriche chiuderanno se le case automobilistiche non riusciranno ad assorbire i costi più elevati delle auto elettriche. Tavares ha risposto alle domande all’evento tecnologico CES tenutosi a Las Vegas la scorsa settimana sulla decisione di Stellantis di chiudere a tempo indeterminato la fabbrica di Jeep Cherokee dell’azienda a Belvidere in Illinois, a partire da febbraio.

Crisi degli stabilimenti produttivi per transizione ad elettrico

“Le auto elettriche sono il 40% più costose da costruire rispetto agli equivalenti con motore a combustione”, ha affermato Tavares. “La maggior parte delle aziende lavora per assorbire quel costo o le auto diventeranno fuori portata per la maggior parte degli acquirenti, restringendo il mercato e minacciando posti di lavoro”, ha avvertito.

“Ovunque si introduca una tecnologia più costosa del 40% rispetto a prima, è necessario lavorare sodo per migliorare il proprio modello di business attraverso costi fissi e variabili”, ha affermato Tavares. “Se il prezzo medio della transazione aumenta a causa dell’aumento del mix di vendite di veicoli elettrici, corri il rischio che il mercato totale si riduca”, Ha detto che la situazione era “molto evidente” in Europa.

I produttori di automobili come Stellantis sono stati in grado di aumentare i prezzi per coprire i maggiori costi dei veicoli elettrici negli ultimi 18 mesi perché la carenza di semiconduttori ha ridotto il numero di auto che possono produrre.

Nonostante la vendita di un minor numero di modelli, molte aziende hanno registrato profitti abbondanti tagliando sconti e altre spese di marketing. Stellantis, ad esempio, ha realizzato un utile netto di 8 miliardi di euro nella prima metà del 2022, in aumento del 34% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, per un margine di profitto del 14%.

Tuttavia, con la ripresa della produzione automobilistica dopo che la crisi dell’offerta di semiconduttori si è attenuata, i produttori di automobili dovranno spendere di più per attirare i clienti che ora hanno una scelta più ampia. Questo taglierà i profitti, ha avvertito Tavares.

Tavares ha definito Stellantis un’azienda “per tutte le stagioni” e ha promesso che sarà comunque redditizia anche se le vendite scenderanno alla metà dei livelli attuali. Da quando ha assunto la guida della neonata Stellantis nel 2021, Tavares ha protetto le fabbriche all’interno della vasta rete di produzione globale dell’azienda e si è invece concentrata sul miglioramento della produttività.

stellantis

Tuttavia, la decisione relativa allo stabilimento di Belvidere mostra che c’è un limite alla protezione poiché Tavares continua a tagliare i costi. “Oggi non c’è altra scelta che assorbire i costi aggiuntivi dell’elettrificazione. Ciò significa che dovranno essere prese alcune decisioni impopolari. ha detto Tavares, senza fornire dettagli. “Se smetti di lavorare con i costi in questo settore, passerai da eroe a zero in tre anni”.