in

Ferrari 488 Challenge: ecco l’unico esemplare che può essere guidato su strade pubbliche

Un’auto per andare a lavoro? Magari questa 488 Challenge

Ferrari 488 Challenge

Se stai cercando di alleggerire il tuo portafoglio di un paio di centinaia di migliaia di euro, potresti regalarti una Ferrari SF90. L’elegante vettura offre un sacco di potenza abbinata a una maneggevolezza nitida, grazie a un telaio ben ordinato e allo sterzo comunicativo. In poche parole, se stai cercando qualcosa di ancora più coinvolgente, dovrai correre, a meno che, cioè, non acquisti la Ferrari 488 Challenge del 2018.

Originariamente concepita come un’auto da corsa solo su pista, il venditore Sasso Automotive afferma che questa è la prima Ferrari 488 Challenge omologata su strada al mondo. Sì, hai letto bene: è legalmente autorizzata a trasportarti al supermercato e tornare indietro. La concessionaria con sede nel Regno Unito non ha condiviso alcun dettaglio sulla conversione, ma rileva che il processo è stato eseguito da una squadra di corse professionistiche.

Ferrari 488 Challenge

La Ferrari 488 Challenge omologata per camminare su strada

Diverse modifiche hanno reso più facile convivere con la vettura a motore centrale, come una telecamera per la retromarcia. Osserva da vicino e noterai che la console centrale spartana ora ha i comandi per il clacson e le luci di emergenza. Naturalmente, la gomma slick è stata sostituita con pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 omologati per la strada. Altrove, un paio di luci di marcia diurna dall’aspetto aftermarket sono state collocate nelle prese d’aria anteriori prominenti.

È sicuramente destinata a suscitare scalpore quando fai un salto in città per un po’ di latte, specialmente con la vivida livrea Gulf Oil. La livrea era già presente, tuttavia su richiesta può essere rimossa. La Ferrari di quattro anni è stata usata con parsimonia, coprendo solo 700 chilometri da nuova. Il V8 turbo da 3,9 litri è stato a malapena rodato, ma con una potenza dichiarata di 660 cavalli, quel compito dovrebbe rivelarsi divertente.

Interni Ferrari 488 Challenge
Gli interni

La 488 GTB su cui si basa è già un’auto veloce, ma grazie a una dieta portentosa, la Challenge è ancora più veloce e leggera. L’accelerazione da 0 a 100 km/h viene coperta in 2,8 secondi. È lecito ritenere che questo particolare modello sia leggermente più pesante, date le varie modifiche necessarie per renderla utilizzabile sulle strade pubbliche.

Sebbene sia interessante, non possiamo immaginare perché qualcuno vorrebbe guidare un’auto da corsa su strada. Sì, l’idea sembra molto allettante, ma ricorda, la Challenge non ha nessuno dei normali servizi del 488. Non c’è radio o navigazione satellitare e, sebbene quei sedili da corsa sembrino di supporto, non siamo troppo sicuri che siano altrettanto comodi quando sei bloccato in un ingorgo. Senza i materiali fonoassorbenti che si trovano nell’auto stradale, sarà probabilmente estenuante camminare.

Ma se stai cercando qualcosa da utilizzare in una tranquilla domenica mattina – o preferisci portare il tuo giocattolo del fine settimana in pista e ritorno – ha molto senso. Inoltre, sarai l’unica persona sulla strada con una Ferrari 488 Challenge completamente legale, quindi è già qualcosa. In precedenza, l’azienda ha convertito sei esemplari della temibile McLaren P1 GTR in veicoli legali. Gli specialisti delle corse con sede nel Regno Unito hanno anche deciso di realizzare la prima Pagani Zonda Revolucion omologata su strada al mondo, un capolavoro estremamente raro con un V12 da 800 CV.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!