in

Hyundai: spunta il brevetto di un sistema per igienizzare il bagagliaio e i bagagli

In cosa consiste questa particolare novità?

Brevetto Hyundai

CarBuzz ha scoperto un brevetto Hyundai depositato presso l’USPTO che descrive un’innovazione per la pulizia dei bagagli che disinfetta l’area del bagagliaio e il suo contenuto. La pandemia di COVID-19 ha spinto molti produttori a investire nella protezione dai virus degli interni delle loro auto, con ogni sorta di tecniche impiegate per rimuovere gli agenti patogeni dall’aria dell’abitacolo e persino nuovi materiali interni che uccidono attivamente i virus. I filtri PM2.5, i filtri ai carboni attivi e i sistemi di ionizzazione dell’aria stanno diventando comuni nel mercato del lusso e gran parte di questa tecnologia presto arriverà anche alle auto più economiche.

Hyundai è da tempo attiva in questo campo di ricerca: l’imminente Hyundai Ioniq 7 sarà dotata di un sistema di flusso d’aria igienico che ripulisce l’aria e utilizzerà la luce ultravioletta per disinfettare le superfici interne dell’auto dopo che i suoi passeggeri sono usciti. La concept car Ioniq 7 ha persino uno scomparto per rinfrescare le scarpe, e ora l’idea sta facendo un ulteriore passo avanti.

Hyundai: migliorare l’igiene della propria auto

Come con la maggior parte dei dispositivi di sanificazione non chimici, il nuovo brevetto di Hyundai si basa sulle radiazioni ultraviolette per distruggere gli agenti patogeni. Più che un semplice emettitore di luce UV, la tecnologia qui presentata è progettata per incorporare anche una certa intelligenza e gestione del flusso d’aria, per eliminare l’aria nel bagagliaio e pulire le superfici degli oggetti nel bagagliaio.

Brevetto Hyundai

La missione di questo sistema non è solo quella di rimuovere i virus nel bagagliaio, ma anche di espellere eventuali odori e altri contaminanti presenti nell’aria. Grazie alla gestione delle prese di aspirazione e scarico dell’aria e di un gruppo soffiante integrato, si crea un movimento controllato dell’aria attraverso il bagagliaio, che estrae l’aria dall’interno e la sostituisce con aria filtrata dall’esterno, impedendo la contaminazione incrociata con l’aria dell’abitacolo. Il vantaggio aggiuntivo è che anche gli oggetti sensibili al calore nel vano di carico rimarranno più freschi più a lungo.

Il sistema di navigazione dell’auto fornisce il primo input: tracciando dove si trova l’auto, il sistema di sanificazione può determinare se esiste la possibilità che il proprietario abbia caricato qualcosa che potrebbe emettere odori o essere contaminato da agenti patogeni. Se il bagagliaio viene riempito con borse per l’ufficio, il sistema presta meno attenzione alla rimozione degli odori quando il veicolo si rimette in movimento, ma se viene caricato un prodotto comprato in un negozio di prodotti freschi, il controllo degli odori riceve una priorità più alta.

Inoltre, una telecamera e un array di sensori a ultrasuoni determinano l’esatta posizione del carico e l’altezza della pila di carico. Il sistema quindi inserisce queste informazioni in un algoritmo di controllo per calcolare la portata ottimale del flusso d’aria attraverso il bagagliaio per garantire un’efficace evacuazione dell’aria e regolare l’intensità e il numero di luci di decontaminazione UV necessarie per eliminare eventuali agenti patogeni sulla superficie degli oggetti nel bagagliaio.

Con questa nuova interpretazione della tecnologia esistente, gli occupanti all’interno dell’abitacolo e il carico nel vano bagagli possono entrambi beneficiare di una migliore igiene.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!